:: news letter .. gennaio - febbraio 2007

@ Collaborazione INAF-OAVDA

‚  E' stata firmata, lo scorso 16 novembre una convenzione di collaborazione fra l'INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e l'Oavda, per favorire lo sviluppo di collaborazioni scientifiche, didattiche e divulgative su tematiche di comune interesse. Hanno firmato il documento il Direttore dell'OAVDA, prof. Enzo Bertolini, e il Direttore del Dipartimento Strutture di Ricerca dell'INAF, prof. Roberto Pallavicini Tesi.

 

@ Eventi trascorsi

‚  GIORNATA DEGLI ALBERGATORI. Il giorno 4 dicembre u.s. l'Osservatorio ha invitato per una visita di presentazione gli albergatori e gli operatori degli Uffici di Informazione turistica regionali. La risposta è stata molto positiva, con decine di partecipanti da tutta la Valle. Durante la serata, il Direttore ha fatto il punto sulle attività di divulgazione, didattica e ricerca scientifica, che si stanno svolgendo in Osservatorio. Dopo la presentazione delle apparecchiature, grazie alle favorevoli condizioni meteorologiche, la serata è proseguita con l'osservazione del cielo.

‚  GIORNATA DEDICATA AGLI ASTEROIDI. L'evento si è svolto il 15 dicembre scorso ed ha coinvolto nella conferenza del mattino, tenuta dal dott. Albino Carbognani, due classi del Liceo Scientifico di Aosta e di Saint-Vincent. Alla sera invece si è tenuta una conferenza aperta al pubblico, che ha visto un grande numero di partecipanti.

 

@ Attività di ricerca

‚   PROGETTO DI RICERCA SUGLI ASTEROIDI : Dalla seconda metà dello scorso giugno fino a metà settembre l'OAVdA ha ospitato un progetto di ricerca, nato dalla collaborazione con l'INAF-OATo (Osservatorio Astronomico di Torino) e con l'Università di Parma, per lo studio e il monitoraggio degli asteroidi che gravitano attorno al Sole.

Durante le osservazioni sono state ottenute tre curve di luce relative a 3 diversi asteroidi: due della Fascia Principale (1456 Saldanha e 2294 Andronikov) ed un Near-Earth Asteroid (NEO), 2006 NM.

Con i dati ottenuti è stato redatto un articolo scientifico firmato dai due ricercatori che hanno seguito il progett o: il dott. Albino Carbognani dell'Università di Parma e il dott. Paolo Calcidese dell'OAVDA.

L'articolo è stato pubblicato sulla rivista specializzata Minor Planet Bulletin, gennaio 2007, a pag. 5/6 del numero 34. L'articolo " Lightcurve and rotational period of Asteroid 1456 Saldhana, 2294 Andronikov and 2006 NM " è scaricabile al seguente indirizzo : http://www.minorplanetobserver.com/mpb/MPB%2034-1.pdf.

Grazie a questo lavoro l'Osservatorio di Saint-Barthélemy è entrato ufficialmente nel gruppo degli osservatori che monitorano i corpi minori e i dati figurano sul sito ufficiale del MPC, il codice ottenuto dall'OAVDA è B04.

‚    PROGETTO DI RICERCA SUI BLAZAR : Dalla fine dello scorso mese di novembre, l'OAVdA, in collaborazione con il gruppo di ricerca dell'INAF-OATo che si occupa dello studio degli AGN (Nuclei Galattici Attivi), sta portando avanti uno studio di fotometria differenziale di questi oggetti (Blazar, Quasar, BLac) nella banda del visibile. Gli AGN sono oggetti molto particolari: si suppone che possano essere galassie distanti anche miliardi di anni-luce che ospitano nel loro nucleo un buco nero super massivo, cioè con una massa di centinaia di milioni di volte quella del nostro Sole. Nel mese di dicembre gli strumenti a bordo di XMM-NEWTON, satellite dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) in orbita attorno alla Terra da sei anni, hanno osservato l'emissione X di alcuni tra gli AGN più interessanti. I dati raccolti saranno confrontati con i risultati ottenuti nella luce visibile dai telescopi da terra, tra cui anche il telescopio principale dell'OAVdA, da 81 cm di apertura. L'OAVDA è così entrato a far parte del progetto di ricerca mondiale Whole Earth Blazar Telescope (WEBT). A breve verranno proposti per la pubblicazione sulla rivista internazionale Astronomy & Astrophysics i dati ottenuti sul blazar 3C 454.3, il primo oggetto osservato nella collaborazione con l'INAF-OATo.

L'OAVdA compare sul sito ufficiale del progetto WEBT sui blazar, alla pagina:

http://www.to.astro.it/blazars/webt/

da lì cliccare members, poi Optical and near-IR observatories.

 

@   Personalità in visita all'Oavda:

·     Durante le vacanze di Natale ha visitato l'Osservatorio il dott. Marco Brusati, membro del Research Directorate-General della Commissione Europea. Dopo aver preso visione della struttura, dei lavori di ricerca svolti e delle attività in corso, nonché della sua organizzazione, ha espresso parere favorevole sull'ipotesi di candidare l'Osservatorio per svolgere progetti di ricerca con il finanziamento dell'Unione Eurpoea.

 

@  La didattica :

Sul modello dell'iniziativa "LA SCIENZA DAL VIVO" proposta dall'OAVdA in collaborazione con l'INAF-OAB (Osservatorio Astronomico di Brera), è stato avviato il pacchetto didattico denominato "ASTRONOMIA DAL VIVO", organizzato in collaborazione con l'INAF-OATo, che prevede conferenze tenute dagli astronomi di Pino Torinese presso le scuole, seguite da sessioni osservative presso l'OAVdA. L'iniziativa è scaricabile dal sito del CE.SE.DI. della Provincia di Torino alla pagina : http://www.provincia.torino.it/istruzione/cesedi
/dwd/pdf/2006/iniziative/astronomia.pdf

 

@   I corsi :

CORSO AVANZATO DI ASTRONOMIA

Su richiesta dei partecipanti ai precedenti corsi di astronomia di base, l'OAVdA ha deciso di offrire per il 2007 un corso di astronomia avanzato. L'iniziativa si svolgerà dal 18 aprile al 14 maggio e si svolgerà, con cadenza settimanale, per 5 lezioni, cui si aggiunge l'immancabile appuntamento con la serata di osservazione. I relatori saranno docenti universitari o ricercatori. Il corso si terrà presso la BIBLIOTECA REGIONALE di Aosta in orario serale. Il calendario è in fase di preparazione.

Grazie alla collaborazione con la Sovraintendenza agli Studi regionale, si sta lavorando per estendere ad alcune scolaresche della Valle la possibilità di seguire nel pomeriggio le lezioni poi proposte al pubblico la sera.

 

@   Collaborazione con Bard :

Prosegue l'attività di consulenza fornita dall'OAVdA all'Associazione Forte di Bard per l'organizzazione di una mostra presso il Forte, dedicata al rapporto tra l'astronomia e vari ambiti della cultura. La mostra "In cima alle stelle: l'universo tra arte, archeologia e scienza" proporrà un viaggio attraverso le suggestioni che l'osservazione del cielo e le scoperte astronomiche hanno suscitato in altre forme di conoscenza, dall'archeologia all'arte, anche contemporanea. Gli allestimenti creeranno un ambiente evocativo ed affascinante, che possa invogliare il visitatore attento e sensibile ad approfondire in maniera personale alcuni tra gli spunti forniti.

La mostra sarà aperta al pubblico dai primi di aprile fino a inizio settembre.

Durante il periodo della mostra, saranno organizzati vari eventi collaterali, ma coerenti quali concerti, teatro, conferenze scientifiche ecc.

 

@  Una tesista in Osservatorio :

Dal mese di gennaio è stata avviata una collaborazione fra l'Osservatorio e l'ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente) al fine di consentire lo svolgimento di una tesi quinquennale del corso di Scienze Ambientali sul tema dell'inquinamento luminoso. La tesi, che sarà sviluppata tra i mesi di gennaio e giugno, prevede di effettuare misurazioni della brillanza del cielo dall'OAVdA, da confrontare con analoghe osservazioni che saranno svolte in altri punti del territorio regionale.

 

@   Revisione della legge :

Proseguono avviandosi verso la fase conclusiva i lavori sulla revisione della legge che ha istituito la Fondazione Clément Fillietroz, che gestisce l'OAVdA.

 

@   Planetario :                                                 Sono momentaneamente fermi, per la stagione invernale, i lavori di costruzione del planetario di Saint-Barthélemy. Sono invece ripresi i lavori della commissione, impegnata a definire il disciplinare di gara per l'acquisto della strumentazione che sarà collocata nella struttura.

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it