:: news letter .. luglio - agosto 2007

EVENTI CONCLUSI

SCUOLA ESTIVA DI ASTRONOMIA (23-27 luglio)

Si è conclusa la quarta edizione, quest'anno dedicata alla Luna, della Summer School on Teaching of Astronomy organizzata in collaborazione con l'UAI.

Si è parlato della Luna nella mitologia, delle prime osservazioni telescopiche del nostro satellite fatte da Galileo Galilei, di geologia lunare, dei moti, di eclissi, di occultazioni, di calendari, di teorie sulla sua formazione. inoltre si sono fatte esperienze didattiche e osservazioni astronomiche con i telescopi dell'Osservatorio.

Si può dire che questo evento costituisce un'ottima occasione per seguire lezioni di alto livello (ma spiegate in maniera chiara e accattivante) e al contempo per osservare un cielo veramente splendido usando una strumentazione che di solito non è a portata di tutti, il tutto in una simpatica atmosfera di vacanza.

I partecipanti, per lo più insegnanti, hanno espresso giudizi favorevoli sul corso, giudicandolo utile ai fini della propria attività professinale ed apprezzando in particolare il clima di amicizia instauratosi fra gli iscritti.

Clicca qui per vedere le foto dei partecipanti all'edizione 2007 della Scuola Estiva. re le foto dei partecipanti alla Scuola Estiva 2007

EVENTI PROSSIMI

8/8/07 SAINT-BARTHELEMY : 6° CONFERENZA IN AMBITO SCIENTIFICO LEGATA ALLA MOSTRA "IN CIMA ALLE STELLE"

"Dall'astrolabio ai telescopi orbitanti, l'evoluzione dell'ingegno umano al servizio dell'astronomia" - Relatore Paolo Recaldini Responsabile della strumentazione dell'OAVdA

Mercoledì 8 agosto, presso la sala conferenze dell'Osservatorio Astronomico, sita nell'edificio dell'Ostello di Lignan, alle ore 21.00 si terrà la sesta conferenza di ambito scientifico legata alla mostra allestita al Forte di Bard sino al 2 settembre, e organizzata dall'Associazione Forte di Bard con la consulenza dell'Osservatorio Astronomico.

Il relatore farà un excursus storico dai più rudimentali strumenti astronomici per la misura delle posizioni degli oggetti celesti, al telescopio di Galileo, grazie al quale l'astronomia osservativa ha fatto un vero e proprio balzo in avanti, fino ad arrivare, in poco meno di quattro secoli, ai telescopi attuali, con diamentri superiori ai 10 metri ed ai telescopi orbitanti.

La conferenza ha l'obiettivo di raccontare con linguaggio semplice questa entusiasmante storia e di anticipare alcune notizie sui progetti futuri.

Dopo la conferenza, a completamento della serata, sarà possibile effettuare una breve visita presso l'Osservatorio.

10 - 11 - 12 /08/07   UN FINE SETTIMANA TRA LE STELLE: TRE SERATE TRA SCIENZA E TRADIZIONE

10/8/07 Conferenza "Quale energia per l'Uomo del terzo millennio? L'energia del Sole e delle stelle" Relatore prof. Enzo Bertolini - Direttore dell'OAVdA

Venerdì 10 agosto Enzo Bertolini, al Jardin de l'Ange, Courmayer, ore 21.30, illustrerà perché il futuro dell'umanità dipende dalla stessa forma di energia che tiene accese le stelle del cielo, a cominciare dal nostro Sole.

La possibilità di riprodurre sulla Terra, in maniera controllata, la fusione nucleare attiva nel centro delle stelle assicurerebbe una fonte d'energia pressoché illimitata, sicura e rispettosa dell'ambiente. Non a caso le più importanti nazioni del mondo hanno deciso di unire gli sforzi nel progetto ITER, che aspira a realizzare a Cadarache, in Francia, il primo prototipo di reattore a fusione da 500 MW di potenza entro cinquant'anni.

La conferenza a Courmayer offre l'occasione di conoscere i progressi in questo campo dalla voce di un protagonista. Enzo Bertolini è stato infatti dal 1973 al 1997 membro della direzione del Progetto JET, dove ha coperto vari incarichi operativi nella progettazione, costruzione e operazione della macchina con cui, nel 1991, è stata ottenuta sperimentalmente per la prima volta una reazione di fusione nucleare controllata. INGRESSO LIBERO.

Locandina scaricabile alla seguente pagina: LINK

 

11/8/07 e 12/08/07 Evento: "Etoiles et Musique"

A partire dalle ore 22.00, fino alle 00,30 circa, presso l'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta, Loc. Lignan, 39 - Nus (AO)

Euro 5,00 a persona senza prenotazione (gratis per bambini con meno di 12 anni)

Sabato 11 e domenica 12 agosto l'OAVdA, l'unico istituto della Valle d'Aosta impegnato nella ricerca in campo astronomico e astrofisico, organizza due serate speciali dedicate alle stelle cadenti più famose.

I visitatori saranno accompagnati alla scoperta della strumentazione utilizzata per studiare sia oggetti del nostro Sistema Solare che galassie lontane miliardi di anni-luce; osserveranno gli astri con i telescopi messi a disposizione del pubblico sotto la guida di un operatore qualificato; ma soprattutto ammireranno a occhio nudo il cielo visibile a Saint-Barthélemy, lontano dalle luci delle città.

Gli operatori dell'OAVdA mostreranno le principali costellazioni visibili in cielo nel periodo estivo e spiegheranno la natura delle Perseidi, lo sciame di stelle cadenti che la tradizione popolare chiama “lacrime di San Lorenzo”.

Ai partecipanti sarà offerto un calice di vino della Valle d'Aosta, con un gradevole sottofondo musicale a tenere compagnia mentre tutti, con il naso all'insù, scruteranno il cielo a caccia di stelle cadenti.

E anche se non è vero che vedere una stella cadente realizza un desiderio, chi saprà trattenersi dall'esprimerlo?

L'ultimo tratto di strada per raggiungere l'OAVdA è chiuso al traffico non autorizzato. I visitatori sono invitati a parcheggiare l'automobile nel borgo di Lignan e salire a piedi lungo il Sentiero dei pianeti (300 m).

È consigliato munirsi di torcia elettrica, preferibilmente con lampadina o vetro di colore rosso per non disturbare le osservazioni in corso.

L'OAVdA si trova a 1675 m di altezza e le osservazioni si svolgono all'aperto. Anche se è estate, si raccomanda un abbigliamento adeguato al clima.

Nel caso che le condizioni meteorologiche non permettano l'osservazione del cielo, le serate non avranno luogo.

 

17/8/07 VALSAVARENCHE : 7° CONFERENZA IN AMBITO SCIENTIFICO LEGATA ALLA MOSTRA "IN CIMA ALLE STELLE"

"Origine ed evoluzione dell'Universo: una breve storia del cosmo", Relatore Paolo Calcidese - titolare dal giugno 2007 di borsa di ricerca del Fondo Sociale Europeo presso l'OAVdA .

Sarà un viaggio nella storia delle scoperte sperimentali e delle idee teoriche riferite all'Universo che ci porterà a comprendere come si è arrivati a concepire la teoria del “Modello Standard o Big Bang”.

Si analizzeranno i limiti e i problemi osservativi di questa teoria e la sua correzione tramite la “Teoria del Modello Inflazionario”.

La conferenza ha carattere divulgativo, il tema verrà trattato in maniera semplice e accessibile anche ai non esperti.

 

CORSI PROSSIMI

CORSO DI ASTRONOMIA GENERALE

Sono aperte le iscrizioni al consueto corso di astronomia generale, che si terrà presso la sala conferenze dell'Osservatorio a Saint-Barthélemy.

A breve sarà disponibile il programma.

STAR PARTY (7-8-9 settembre 2007)

Siamo quasi giunti alla sedicesima edizione dello Star Party più antico d'Italia. Il programma propone come ogni anno conferenze a tema, eventi speciali e serate di osservazione astronomica; il tutto nell'accogliente atmosfera di un villaggio di montagna.

Quest'anno, se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, gli astrofili potranno cimentarsi in una gara di fotografia astronomica, per il vincitore della quale verrà messa in palio una stampante a colori Canon. La fotografia vincitrice verrà inoltre pubblicata sul sito ufficiale dell'Osservatorio.

Non solo astronomia, però: i visitatori potranno degustare ed acquistare specialità gastronomiche locali e cimentarsi nell'arte dell'arrampicata, grazie all'allestimento di un'apposita "parete" e seguendo i consigli delle guide alpine valdostane.

Programma

 

NUOVA LEGGE SULL'OSSERVATORIO

E' stato approvato dal Consiglio Regionale, in data 25 maggio 2007, il testo della nuova legge che regolamenta le attività della Fondazione Clément Fillietroz - Onlus (l'ente che gestisce l'Osservatorio Astronomico della Regione autonoma Valle d'Aosta).

Dopo i primi anni di attività, dedicati, alla divulgazione e alla didattica, il disegno di legge regionale n. 161 è intervenuto a modificare la legge istitutiva (legge regionale 14 novembre 2002, n. 24), al fine di valorizzare ulteriormente il ruolo dell'Osservatorio come centro di cultura di eccellenza e di semplificare le procedure per soddisfare le necessità finanziarie dell'OAVdA.

 

 

NUOVE APPARECCHIATURE

Dall'ultima settimana di luglio l'Osservatorio dispone di una nuova camera ccd, la FLI Proline PL1001E Class 1, dalle caratteristiche tecniche altamente performanti, grazie alla quale si è avviata una nuova campagna di osservazione su blazar e asteroidi.

ATTIVITA' DI RICERCA

PROGETTO DI RICERCA SULLA CORONA SOLARE

Articoli pubblicati a oggi:

  • Articolo "Ekpol: liquid crystal polarimeter for eclipse observations of the k-corona". Autori: Luca Zangrilli, Silvano Fineschi, Giuseppe Massone, Gerardo Capobianco e Francesco Porcu dell'INAF-OATo e Paolo Calcidese dell'OAVdA. Pubblicato nel volume Proceedings of the International Symposium on Solar Physics and Solar Eclipses (SPSE 2006) held at Waw an Namos, Libya, 27-29 March 2006 Editors: RENZO RAMELLI, OSAMA SHALABIEA, IBRAHIM SALEH, JAN O. STENFLO.

PROGETTO DI RICERCA SUGLI ASTEROIDI

Articoli pubblicati a oggi:

  • Articolo "Lightcurve and rotational period of Asteroid 1456 Saldhana, 2294 Andronikov and 2006 NM". Autori Albino Carbognani e Paolo Calcidese dell'OAVdA. L'articolo è stato pubblicato sulla rivista specializzata Minor Planet Bulletin, gennaio 2007, a pag. 5/6 del numero 34.

Dall'arrivo della nuova camera ccd e grazie ad una serie di splendide nottate, i lavori di monitoraggio sono ripresi a pieno tempo.

 

PROGETTO DI RICERCA SUI BLAZAR

Articoli pubblicati a oggi:

  • E' stato pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Astronomy & Astrophysics un articolo su un lavoro di fotometria differenziale svolto dall'Osservatorio come membro del WEBT (il consorzio mondiale di osservatori che partecipano al progetto "Whole Earth Blazar Telescope" per il monitoraggio dei Nuclei Galattici Attivi). Titolo dell'articolo sarà: "XMM-Newton and WEBT observations of 3C 454.3 during the post-outburst phase", autori vari tra cui Paolo Calcidese dell'OAVdA. In questo lavoro scientifico si può vedere che gli unici dati italiani pubblicati sono quelli ottenuti dall'Osservatorio della Valle d'Aosta.

La campagna osservativa è ripresa attivamente.

Il sito internet dedicato a questo studio è il seguente: http://www.to.astro.it/blazars/webt/

 

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it