:: news letter .. luglio-agosto 2013

EVENTI SCIENTIFICI


(A)PROGETTO PIANETI EXTRASOLARI. - Le osservazioni per il progetto APACHE sono regolarmente proseguite nel corso di questo bimestre, così come l'importante collaborazione con il programma osservativo GAPS al Telescopio Nazionale Galileo (TNG). I dottorandi che lavorano al Progetto Pianeti Extrasolari hanno proseguito con l'analisi dei dati fotometrici, concentrandosi in particolare sullo studio delle variazioni di lungo periodo delle curve di luce delle nane rosse dell'APACHE Input Catalogue, e ricercando correlazioni con quanto osservato spettroscopicamente con HARPS-N al TNG. Nei molti dati raccolti dai telescopi APACHE, come già segnalato in altre circostanze, i ricercatori hanno continuato a scoprire nuove stelle variabili che saranno segnalate all'AAVSO non appena la loro caratterizzazione sarà stata completata. Ad agosto l'OAVdA ha ricevuto la graditissima (e inaspettata) visita di Douglas N. C. Lin, professore di Astronomia e Astrofisica alla University of California a Santa Cruz. Il prof. Lin è uno dei maggiori esperti mondiali di teorie di formazione dei sistemi planetari. Arrivato in Osservatorio nel primissimo pomeriggio, il prof. Lin ha visitato la struttura, venendo a conoscenza delle molteplici attività di ricerca condotte in OAVdA. Egli ha poi tenuto ai ricercatori valdostani una lezione di grande interesse sulle teorie di formazione dei pianeti, offrendo una serie di consigli e idee che aprono nuove prospettive per il progetto APACHE. La visita del prof. Lin, che ha manifestato la sua ammirazione per il lavoro svolto dai ricercatori OAVdA, è stata un motivo di grande orgoglio per tutto lo staff.

(B) PROGETTO ASTEROIDI - Nel mese di luglio ed agosto l'attività di ricerca sugli asteroidi si è concentrata sul follow-up dei NEO segnalati sulla NEO Confirmation Page del Minor Planet Center. In questa attività il responsabile del Progetto, dott. Albino Carbognani, è stato assistito gli stagisti G. Petrillo e S. Rosina (studenti di licei scientifici di Reggio Emilia ed Aosta), che hanno scritto una tesi congiunta daltitolo: "Il follow-up dei NEO all'OAVdA". Come risultato del lavoro sono state pubblicate 9 Minor Planet Electronic Circular. In particolare si segnala la conferma della cometa C/2013 N4 Borisov all'alba del 12 luglio 2013.
Nell'ambito della collaborazione Gaia-FUN-SSO con l'osservatorio di Parigi, ad inizio luglio sono state fatte osservazioni astrometriche del NEA 2002 GT. Il lancio del satellite dell'ESA è previsto per la fine di ottobre 2013.

Nei giorni 26, 27 e 28 agosto le ottiche del Telescopio Principale dell'OAVdA sono state smontate per la rialluminatura e la progettazione di un riduttore di focale ad hoc. Questa operazione è conseguenza dello Shoemaker NEO Grant della Planetary Society (Pasadena, California), vinto ad aprile, che ha assegnato all'OAVdA 9.120 $ per la ristrutturazione del Principale. Le operazioni si sono svolte con la supervisione di G. Massone, tecnico dell'Osservatorio Astronomico di Pino Torinese (INAF-OATo). Le osservazioni scientifiche degli asteroidi saranno sospese fino al reintegro del telescopio che dovrebbe avvenire entro il mese di ottobre.

EVENTI DIVULGATIVI


Mercoledì 10 luglio – Conferenza d’estate
Sala Conferenze della Biblioteca Regionale di Aosta, via Torre del Lebbroso 2, ore 21.00 Ingresso libero. Titolo della conferenza: " Sotto due cieli. Alla ricerca di nuovi mondi tra Saint–Barthélemy e le Canarie ". Relatore: Dott. Mario Damasso, ricercatore presso l'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta. Damasso ha spiegato che gli astronomi valdostani, grazie alla qualità del lavoro svolto all'OAVdA, hanno avuto accesso al più grande telescopio italiano, il Telescopio Nazionale Galileo (TNG), che si trova sull'isola di La Palma nell'arcipelago delle Canarie, con l'obiettivo di arricchire le loro ricerche di nuovi mondi. Attraverso suggestive immagini riprese dalla cima dell'isola, dove si trovano telescopi che appartengono a molti paesi europei, nel corso della conferenza si è raccontata l'esperienza vissuta al TNG dai cacciatori di pianeti valdostani. In particolare, è stato illustrato il lavoro osservativo fatto con lo spettrografo HARPS-N, lo strumento più preciso al mondo per cercare pianeti extrasolari con la tecnica delle velocità radiali, che è complementare a quella dei transiti fotometrici utilizzata in OAVdA usando i telescopi APACHE.

E… state in famiglia

Quest’anno la Fondazione Clément Filietroz, in collaborazione con l’Office Régional du Tourisme della Valle d’Aosta - che ha coordinato la pubblicità e la raccolta delle prenotazioni per tutti gli enti che hanno aderito a questa iniziativa - ha proposto dei laboratori ed attività per bambini e ragazzi da svolgersi in Osservatorio astronomico e in Planetario, secondo un calendario prefissato, durante i mesi di luglio e agosto. Nel corso di queste attività (“una valigia spaziale”, “un grande girotondo nello spazio”, “Lo zodiaco fa 13” e “Le costellazioni sono mitiche!” i bambini hanno pensato a cosa mettere in valigia dovendo sopravvivere su determinati pianeti, hanno fatto giochi in cui dovevano mimare i movimenti dei corpi celesti del nostro Sistema Solare, hanno imparato la differenza fra costellazioni e “segni” zodiacali ed hanno scoperto leggende e miti legati alle costellazioni. In sostanza hanno appreso le nozioni di base dell’astronomia attraverso il gioco.

Tournée d’été - Sabato 10 agosto un ricercatore dell’OAVdA ha partecipato ad una serata osservativa organizzata dal Gruppo Caronte, in collaborazione con la Pro Loco di Morgex, durante la quale era previsto anche uno spettacolo musicale. L’evento ha visto la presenza di circa 150 persone.

Etoiles et musique - Da venerdì 9 a lunedì 12 agosto si sono svolte le consuete serate dedicate alle “stelle cadenti”. L’Osservatorio Astronomico e il Planetario sono stati aperti al pubblico con turni della durata di 30 minuti ciascuno, per accompagnare i visitatori in un viaggio alla scoperta del cielo d’estate. Grazie a condizioni meteorologiche ottimali, in Osservatorio, con la guida dei ricercatori impegnati nei progetti scientifici e di collaboratori qualificati, si sono osservate stelle, ammassi e nebulose con i telescopi della Terrazza Didattica, mentre nel nuovo spazio all’aperto, l’anfiteatro, si sono potute riconoscere, grazie al puntatore laser, i disegni delle principali costellazioni visibili a occhio nudo in estate. Al Planetario si è scoperta la reale natura delle Perseidi, lo sciame di stelle cadenti chiamate “lacrime di San Lorenzo”. Novità dell’edizione 2013 è stata la presenza del Maestro Enrico Mosquet, che ha allietato l’osservazione del cielo con la sua chitarra suonando brani di sua composizione.


EVENTI DIDATTICI SPECIALI


Scuola Estiva di Astronomia a Saint-Barthélemy - 10^ ediz. Da lunedì 22 a venderdì 26 luglio si è svolta la decima edizione della Scuola Estiva di Saint-Barthélemy. L’iniziativa, rivolta principalmente agli insegnanti, era aperta a tutti gli interessati, in particolare a studenti e astrofili che volessero approfondire le loro conoscenze in ambito astronomico. Il titolo di questa decima edizione era “La Cosmologia: da Herschel all’Universo oscuro”. Tra i relatori figuravano, oltre ai fisici dell’OAVdA, docenti esterni provenienti dal mondo accademico italiano, come Fabio Finelli, ricercatore all’IASF (Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica cosmica) di Bologna, che ha parlato della fisica del Big Bang, della materia e dell’energia oscura, Angelo Tartaglia, professore associato al Politecnico di Torino, che ha illustrato la Relatività generale, e Aniello Mennella, ricercatore all’Università di Milano, che ha presentato la missione Planck dell'ESA e le importanti scoperte scientifiche che questo satellite sta compiendo per una più profonda comprensione dell’Universo primordiale. Durante la Scuola estiva sono state ripercorse tutte le tappe più importanti della ricerca cosmologica moderna, dalle prime osservazioni di William Herschel agli ultimi risultati della missione Planck dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Inoltre, poiché il 2013 è il decimo anniversario dall’apertura dell’Osservatorio Astronomico di Saint – Barthélemy, il corso è stato un’occasione per fare il punto sui primi 10 anni di attività dell’OAVdA, sia dal punto di vista scientifico che didattico-divulgativo. I partecipanti all’intero corso sono stati 22, mentre si sono avute 6 partecipazioni alle singole giornate.

Per il programma completo clicca qui

Per la scheda di iscrizione clicca qui


ALTRI EVENTI


Venerdì 19 luglio dalle 9.30 alle 11.30, su iniziativa della dott.ssa Dina Squarzino e di Francesco Framarin, si è svolta un’iniziativa di divulgazione dell’astronomia alla Casa Circondariale di Brissogne. I ricercatori Andrea Bernagozzi e Paolo Giacobbe hanno fatto una presentazione dal titolo "Da Saint-Barthélemy alle galassie lontane" volta ad illustrare la scala del cosmo rifacendosi alle immagini riprese in OAVdA. E’ seguita una sessione di discussione in cui gli ospiti della casa circondariale hanno potuto fare domande sui temi trattati. L’evento è stato molto apprezzato, ci è stato chiesto di ripeterlo
Mostra fotografica – dal 20 al 25 agosto è stata allestita presso il Ristorante giapponese Mama di Aosta una mostra fotografica in cui sono state presentate dieci tele su cui erano state stampate immagini astronomiche realizzate dal ricercatore Paolo Calcidese.


TESI DI LAUREA


Durate alcune serate della seconda metà di agosto, è stato presente in OAVdA lo studente Lorenzo Colombo, iscritto al terzo anno del corso di laurea in Fisica dell’Università degli Studi di Torino, che sta frequentando uno stage di quattro mesi presso l’INAF-OATo (inizio dal 1/5/2013 e termine il 31/8/2013). Colombo sta scrivendo una tesi sulla “determinazione di frequenze planetarie sulla base di osservazioni fotometriche sia da terra che dallo spazio con i dati dei progetti Kepler, MEarth e APACHE”, per questo ha chiesto di poter affiancare i ricercatori dell'OAVdA nel loro lavoro di osservazione nell'ambito del progetto di ricerca scientifica sui pianeti extrasolari (APACHE).

STAGES IN OAVdA


Nel periodo giugno-luglio-agosto gli stagisti estivi che hanno frequentato l'OAVdA, Simone Rosina, iscritto al 5^ anno del Liceo Scientifico di Pont-Saint-Martin (Istituzione Scolastica “Binel-Viglino”), Hervé Haudemand iscritto a 3^ anno del Liceo Scientifico E. Bérard di Aosta e Giacomo Petrillo iscritto al 5^ anno del Liceo Scientifico “Ariosto-Spallanzani” di Reggio Emilia, hanno avuto la possibilità di svolgere una tesina di ricerca a carattere astronomico sotto la supervisione del dott. Albino Carbognani (Rosina e Petrillo) e del dott. Paolo Calcidese (Haudemand). In particolare Simone Rosina e Giacomo Petrillo si sono occupati di asteroidi ed hanno scritto un testo dal titolo “Il follow-up dei NEO all'OAVdA “, mentre Hervé Haudemand ha scritto una tesina sulle nebulose di formazione stellare, con particolare riferimento alla "regione bipolare di Herbig-Haro-HH555" nella Nebulosa Pellicano IC5067/70.

PERSONALITA’ IN VISITA


Venerdì 9 agosto – Hanno visitato le strutture della Fondazione Fillietroz l’Assessore al Territorio e Ambiente Luca Bianchi , assieme all’Ing Luigi Roth Presidente di Terna S.p.A. e a Renzo Bionaz, Presidente della Comunità Montana Mont Emilius.
Giovedì 22 agosto – Nel pomeriggio del 22 agosto è stato in visita presso l’OAVdA, il Professor Douglas N. C. Lin, Docente di Astronomia e Astrofisica presso l’Università di California, Santa Cruz (vedere paragrafo “EVENTI SCIENTIFICI, punto A.”. Il Professor Douglas N. C. Lin è stato accompagnato dal Prof. Mario Lattanzi, astronomo associato dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) all’Osservatorio Astrofisico di Torino e Responsabile scientifico del Progetto APACHE e dal Dott. Alessandro Sozzetti, ricercatore dell’INAF-OATo.

EVENTI ISTITUZIONALI


Mercoledì 31 luglio quarta riunione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Fillietroz per il 2013.

 

 

 

 

 

 



data pubblicazione newsletter 27/09/2013

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it