:: news letter .. novembre - dicembre 2007

LA RICERCA SCIENTIFICA

 

RICERCA SUGLI ASTEROIDI

LA NASA UTILIZZA I DATI DELL'OAVdA PER OSSERVAZIONI RADAR DI ASTEROIDI

All'inizio dell'ultima settimana di novembre ricercatori della NASA, l'agenzia spaziale statunitense, hanno compiuto osservazioni radar dell'asteroide 2007 VD12 utilizzando i dati raccolti all'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta nella prima metà del mese di novembre.

Le osservazioni radar sono state svolte con le grandi antenne del Deep Space Network di Goldstone, in California, uno dei maggiori centri al mondo per la radioastronomia e le comunicazioni nei programmi spaziali.

L'asteroide 2007 VD12 non è stato scoperto dal nostro centro, ma il ricercatore Albino Carbognani è stato il primo a elaborarne la cosidetta "curva di luce", cioè lo studio continuativo e dettagliato della maniera in cui l'asteroide riflette la luce del Sole mentre ruota su se stesso. La richiesta di studiare la curva di luce di 2007 VD12 era stata avanzata dal Minor Planet Center, l'istituto con sede ad Harvard che coordina a livello mondiale le osservazioni degli asteroidi.

Le prime analisi dei dati radar di Goldstone compiute dagli studiosi del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California, confermano la validità dei dati raccolti a Lignan e suggeriscono che l'asteroide 2007 VD12 possa essere formato da due oggetti più piccoli a stretto contatto tra loro.

L'interesse per questo corpo celeste risiede nella sua orbita, prossima a quella della Terra. Al momento dell'osservazione radar 2007 VD12 si trovava a oltre due milioni di km dal nostro pianeta, ma oggetti di questo genere sono considerati "asteroidi potenzialmente pericolosi" dagli astronomi. Quindi da tenere sotto controllo per il futuro.

Dopo la scoperta di settembre dell'asteroide 2007 RT6 (prossimamente "Valléedaoste") e gli articoli sulla prestigiosa rivista "Astronomy & Astrophysics" dedicati ai nuclei galattici attivi (detti blazar) studiati dal ricercatore Paolo Calcidese , l'utilizzo da parte della NASA dei dati raccolti nel nostro istituto è un'ulteriore conferma dell'inserimento stabile dell'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta nel circuito della ricerca accademica internazionale.

Una notizia che giunge dopo poco più di un anno e mezzo dall'attivazione del primo progetto strutturato di ricerca in OAVdA: lo studio della corona solare in occasione dell'eclissi totale di Sole del 29 marzo 2006, in collaborazione con l'INAF-Osservatorio Astronomico di Torino.

La speranza è che notizie come questa diventino una piacevole routine.

 

NELLA NOTTE FRA SABATO 27 E DOMENICA 28 OTTOBRE OSSERVATA L'ESPLOSIONE DELLA COMETA 17P/HOLMES

Anche l'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta (OAVdA), come tanti altri centri di ricerca in tutto il mondo, è stato testimone dell'improvviso outburst della cometa 17P/Holmes. L'esplosione di gas e polveri avvenuta nel nucleo di roccia e ghiaccio di questo corpo celeste lo ha reso così luminoso da diventare, in maniera del tutto inattesa, visibile anche a occhio nudo. Oltre che uno spettacolo della natura, l'evento è interessante da studiare per comprendere meglio la natura dei nuclei cometari. Lo staff dell'OAVdA impegnato nel programma di ricerca scientifica degli asteroidi, oggetti celesti per certi versi "cugini" delle comete, non ha mancato di osservare la cometa 17P/Holmes con il Telescopio Principale da 810 mm. Per saperne di più e vedere le immagini riprese in OAVdA,

cliccate qui .

 

RICERCA SUI BLAZAR

La campagna osservativa procede attivamente.

Il sito internet dedicato a questo studio è il seguente: http://www.to.astro.it/blazars/webt/

Sta per uscire una seconda pubblicazione sull'Astronomy & Astrophysics in riferimento allo studio in multi frequenza dei Blazar.

 

ELENCO AGGIORNATO DELLE PUBBLICAZIONI

Clicca qui per scaricare l'elenco

 

EVENTI PROSSIMI

CONFERENZA DI STAGIONE (INVERNO) MERCOLEDì 12 DICEMBRE 2007 - ORE 21 - SALA CONFERENZE BIBLIOTECA REGIONALE

Ingresso libero


Le montagne del Sistema Solare

Relatore: Dott. Andrea Bernagozzi
Coordinatore per le attività di didattica e divulgazione dell'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta

Introduce l'incontro: Prof. Enzo Bertolini
Direttore dell'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

Grazie alla collaborazione fra Osservatorio e Sovrintendenza regionale agli studi, la conferenza sarà replicata nella mattina del 12, sempre presso la Biblioteca regionale, per alcune scolaresche valdostane.

Clicca qui per scaricare la locandina

 

CONFERENZA DI NATALE VENERDI' 4 GENNAIO 2008 - ORE 21 - SALA CONFERENZE DELL'OSSERVATORIO (c/o Ostello di Saint-Barthélemy)

Ingresso libero


La matematica di un fiocco di neve. Un viaggio alla scoperta della natura tra caos, frattali e bellezza

Relatore: Dott. Roberto Bonin Ricercatore presso l'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta

Introduce l'incontro: Dott. Andrea Bernagozzi
Coordinatore per le attività di didattica e divulgazione dell'OAVdA

Clicca qui per scaricare la locandina


EVENTI CONCLUSI

CORSO DI ASTRONOMIA DI BASE

Pochi, ma entusiasti, i 13 partecipanti al corso di astronomia di base hanno seguito con grande interesse le lezioni del corso che si sono concluse lo scorso 27 novembre.

Locandina

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it