:: news letter .. Settembre-Ottobre 2014

EVENTI SCIENTIFICI

(A) PROGETTO PIANETI EXTRASOLARI

Nei mesi di settembre e ottobre i ricercatori coinvolti nel progetto di ricerca APACHE hanno continuato ad osservare i target stellari ritenuti interessanti per la ricerca di pianeti di tipo terrestre in zona di abitabilità ed è continuata la collaborazione con il TNG e con altri osservatori terrestri per l’analisi degli spettri delle stelle che emettono segnali rilevati a Saint-Barthélemy e ritenuti interessanti per il progetto.


(B) PROGETTO ASTEROIDI

Nel mese di settembre il responsabile della ricerca sugli asteroidi, il Dott. Albino Carbognani, ha dedicato una parte del tempo alla preparazione del talk "Fotometria ed analisi del periodo rotazionale degli asteroidi" (esposto durante lo Star Party & Expo 2014 di fine mese).


Durante il periodo dello Star Party, dal 24 al 26 settembre, sono state fatte osservazioni astrometriche di follow-up di diversi NEA e di una nuova cometa che hanno dato luogo alla pubblicazione delle seguenti circolari del Minor Planet Center:
MPEC 2014-S109: 2014 SS261
MPEC 2014-S111: 2014 SU261
MPEC 2014-S113: 2014 SV261
MPEC 2014-S115: COMET P/2014 S4 (GIBBS)
MPEC 2014-S119: 2014 SJ262

Nel mese di ottobre il Dott. Albino Carbognani ha pubblicato l’articolo: “Asteroids Lightcurves at OAVdA: 2013 December - 2014 June”, The Minor Planet Bulletin (ISSN 1052-8091). Bulletin of the Minor Planets Section of the Association of Lunar and Planetary Observers, Vol. 41, No. 4, pp. 265-270, October 2014.


A inizio ottobre ha iniziato la sua tesi presso l’OAVdA la studentessa Silvia Monte, del Dipartimento di Fisica dell’Università di Torino. Il Relatore della Monte è il Prof Mario Bertaina, docente della stessa Università e esperto di radiazione cosmica. Il termine del lavoro è previsto per fine novembre.
Oggetto della tesi (laurea triennale), è la fotometria dei NEA (Near Earth Asteroids) che sfioreranno l’orbita della Terra nei mesi di ottobre e novembre. Lo scopo è determinarne il periodo di rotazione e andare alla scoperta di eventuali sistemi binari. Alla fine del lavoro è prevista la pubblicazione di un articolo scientifico che riporti i risultati ottenuti. Correlatore è Albino Carbognani.


Il 17 ottobre il Prof Bertaina ha fatto visita all’OAVdA, durante una sessione di osservazione notturna dei NEA, per familiarizzare con le tecniche di ripresa e riduzione dei dati.

(C) COLLABORAZIONE CON L’IRAIT (The International Robotic Antarctic Infrared Telescope)

Il ricercatore Jean Marc Christille, che sta svolgendo presso l’OAVdA una tesi di dottorato di ricerca (triennio 2011-2014) assegnata dall’Università degli Studi di Perugia, dal marzo 2014 è il nuovo Operation Manager per il progetto IRAIT. Dal 15 ottobre al 28 febbraio 2015 Christille andrà in Antartide, invito dall’ENEA, per occuparsi della robotizzazione dell’IRAIT, sito alla base italo francese Dome C, presso Concordia station.

PARTECIPAZIONE A CONGRESSI

Giovedì 11 settembre il Dott. Andrea Bernagozzi, ricercatore dell’OAVdA e dottorando in Scienze della Terra, ha partecipato all’87° Congresso della Società Geologica Italiana e 90° Congresso della Società Italiana di Mineralogia e Petrologia, tenutosi a Milano dal 10 al 12 settembre.


Il 17 e 18 ottobre Paolo Pellissier, responsabile del Planetario, ha partecipato al XIV Convegno della Società Italiana di Archeoastronomia, intitolato “Il Cielo in Terra, ovvero della giusta distanza”, svoltosi a Padova e organizzato dai Dipartimenti dei Beni Culturali e di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova. Due giornate intense e ricche di interventi di presentazione dei più recenti rilevamenti e studi svolti in diversi siti italiani e stranieri. Di grande interesse la presentazione di una tecnica di rilevamento aereo della pianta dei siti non facili da caratterizzare a livello del suolo a causa della vegetazione o di ingombri sull’orizzonte. Sono da sottolineare il rigore dei metodi di studio applicati e la precisione dei commenti emersi dal dibattito che seguiva ogni gruppo di interventi. Fra questi è stato presentato lo studio svolto dalla dr.ssa Stella Bertarione (Assessorato al Turismo VdA) e dal prof. Giulio Magli (Politecnico di Milano) sulla fondazione della città di Aosta, grazie al ritrovamento della pietra angolare alla base della Torre dei Balivi e all’interpretazione del rilievo scolpito che essa presenta su due lati. In base alla ritualità etrusco-romana di fondazione delle città, al significato dei rilievi sulla pietra e alle misure effettuate sugli assi della città si può affermare che Aosta è orientata verso la direzione del sorgere del sole nel giorno del solstizio invernale. In assenza del prof. Magli, impossibilitato a partecipare, Paolo Pellissier ha accompagnato la dr.ssa Bertarione, relazionando sugli aspetti astronomici dello studio.

 

UNITA' DI RICERCA ATLAS

(A) R2DB2 (Retrieving and Treatment Onto DataBase exploiTatiOn


Nel mese di ottobre e nei mesi seguenti si lavora alla finalizzazione del Work package n° 3 “Classificazione e gestione delle informazioni” e all’avvio del Work Package n° 4 “Validazione del sistema”, allo scopo di sviluppare funzioni del database intelligente. L’obiettivo del WP3 è di determinare quale algoritmo di machine learning utilizzare per generalizzare le informazioni ricavate dalle immagini e permettere la creazione di un classificatore adeguato. Si dovrà aver ottenuto un accurato modello di classificazione degli oggetti (per esempio, astri o cellule) e aver sviluppato un modello in grado di gestire l’interrogazione del database creato dalla classificazione. L’obiettivo del WP4 è di verificare il corretto funzionamento dell’intero sistema, dall’estrazione delle informazioni dalle immagini all’interrogazione del database. Per il raggiungimento di queste finalità, è previsto che il ricercatore Dott. Jean-Marc Christille contribuisca al processo di validazione operando sia nelle sedi dell'UR Atlas, in Valle d'Aosta, sia in missione nella base italo-francese Concordia in Antartide, per la verifica indipendente del sistema applicato al progetto ITM/IRAIT, guidato dall’Università degli Studi di Perugia con istituti spagnoli e francesi.


(B) C4PO (Control FOR Process Organization)


Nel mese di ottobre e nei mesi seguenti si lavora alla finalizzazione del Work package n° 3 “Attuazione” e all’avvio del Work Package n° 4 “Validazione” per ottenere l’analisi del dominio delle features e l’individuazione della funzione ottimale di rimappatura, nonché lo sviluppo hardware e software su piattaforma Open Source ARDUINO per l’attuazione. Lo scopo del WP3 è lo sviluppo del sistema di attuazione della decisione presa mediante il machine vision. Questa parte di progetto è puramente meccatronica, essendo dedicata all’interazione tra il sistema informatico creato in precedenza e i diversi sensori, meccanismi e dispositivi di movimentazione. La fase di progettazione dovrà essere seguita dalla scrittura del software e dalla realizzazione dell’interfaccia utente. Obiettivo del WP4 è la verifica del funzionamento completo del sistema di machine vision e la conseguente attuazione della decisione presa in modo automatico. Si dovrà verificare la correttezza della decisione presa in funzione dei diversi parametri e il rispetto delle specifiche richieste come tempi, latenze e precisione. Anche per C4PO, come per R2DB2, per il raggiungimento di queste finalità, è previsto che il ricercatore Dott. Jean-Marc Christille contribuisca al processo di validazione operando sia nelle sedi dell'UR Atlas, in Valle d'Aosta, sia in missione nella base italo-francese Concordia in Antartide, per la verifica indipendente del sistema applicato al progetto ITM/IRAIT, guidato dall’Università degli Studi di Perugia con istituti spagnoli e francesi.


(C) PROGETTO SITH (Sistema di fusIone daTi/Hardware)


Nel periodo luglio-ottobre si è lavorato alla finalizzazione del Work package n° 2 e all’avvio del Work Package n° 3 con l’obiettivo di determinare l’algoritmo ottimale di elaborazione di diverse tipologie di set di dati e l’algoritmo ottimale di estrazione delle feature (conclusione del WP2). Per quanto riguarda il WP3 si sta lavorando alla definizione dell’algoritmo ottimale di Information Fusion e dell’algoritmo ottimale di Data Modeling considerando le feature estratte dai set di dati e i metadati associati (avvio del WP3).

 

EVENTI DIVULGATIVI

Mercoledì 12 settembre il ricercatore dell’OAVdA Dott. Davide Cenadelli ha tenuto un intervento presso il Castello Gamba di Châtillon, dove l’artista Giuliana Cuneaz esponeva le sue opere nella mostra Au Coeur de la matière, nell’ambito di una collaborazione con l’Assessorato regionale Istruzione e Cultura, Dipartimento Soprintendenza per i Beni e le Attività Culturali. La serata, dal titolo Micro e Macro. Un viaggio tra particelle e galassie, si collocava a conclusione di un ciclo di incontri di approfondimento sull’esposizione e sul lavoro dell’artista e verteva sul rapporto fra arte e scienza. Hanno animato la serata la stessa Giuliana Cunéaz, il critico d’arte Fortunato d’Amico e il musicista Paolo Tofani.


Martedì 23 settembre si è tenuta una serata divulgativa con osservazione guidata del cielo a occhio nudo presso la “Villa del seminario” a Valtournenche. L’attività rientra fra le serate della Tournée d’été.


Da venerdì 26 a domenica 28 settembre la Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS ha organizzato la ventitreesima edizione dello Star Party a Saint-Barthélemy, la festa dell’astronomia più antica d’Italia e la prima edizione dell’ Astronomical Science & Technology Expo. L’iniziativa era inserita nel quadro delle manifestazioni previste nell’ambito di PLAISIRS DE CULTURE EN VALLÉE D’AOSTE, che si sono svolte da sabato 20 a domenica 28 settembre, con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare il patrimonio culturale regionale.
Il villaggio di Lignan, a oltre 1600 m, gode di un cielo particolarmente limpido ed è uno tra i siti osservativi con meno inquinamento luminoso d’Italia. Durante lo Star Party il cielo è ancora più buio. L’evento viene infatti organizzato nel fine settimana di settembre più prossimo alla Luna nuova. Inoltre l’amministrazione comunale di Nus opera lo spegnimento dell’illuminazione pubblica del comprensorio montano di Saint-Barthélemy.
Alla sera e per tutta la notte di venerdì 26 e sabato 27 gli astrofili hanno potuto montare i propri telescopi e compiere osservazioni del cielo in condizioni di buio totale nelle aree di osservazione libera: l’area verde adiacente l’Osteria di Saint-Barthéelmy vicino alla piazzetta della chiesa; l’area Leyssé con il campo sportivo, dove si potevano parcheggiare anche i camper e piazzare le tende; infine la zona in alta quota in località Porliod, a circa 1900 m.
I più appassionati avevano a disposizione le piazzole di osservazione poste sul lato occidentale dell’Osservatorio Astronomico, realizzate nel 2012 grazie al contributo della Regione Autonoma Valle d’Aosta.
Dopo il grande successo del workshop astronomico introdotto nell’edizione 2013, la grande novità del 2014 ha riguardato la trasformazione della passata “esposizione di apparecchiature astronomiche e scambio dell’usato” nella prima edizione dell’Astronomical Science & Technology EXPO, un evento unico nel suo genere a livello nazionale, dove scienza e tecnologia sono in primo piano. Sono stati presenti i più importanti produttori e rivenditori operanti in Italia nel campo della strumentazione astronomica, amatoriale e professionale, che hanno potuto esporre le ultime novità del settore in appostiti stand e illustrarle al pubblico durante un workshop dedicato e con prove sotto le stelle.
Tutto l’EXPO si è svolto all’interno di una tensostruttura composta da due tendoni collegati, con un’area complessiva coperta di 500 metri quadri. Sabato 27 alle ore 14.30 proprio la tensostruttura ha ospitato l’inaugurazione ufficiale dello Star Party e dell’Astronomical Science & Technology EXPO alla presenza delle autorità. E’ seguita la consegna del Premio “Le Stelle” 2014, istituito nel 2012 dal Gruppo B Editore e destinato a scienziati e ricercatori italiani e stranieri che operano nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica.
Durante l’EXPO è stato inoltre possibile assistere a seminari tenuti da astrofili, nella giornata di venerdì, e dai ricercatori dell’OAVdA, nella giornata di sabato, con presentazioni divulgative, ma di alto livello tecnico o scientifico.
Per gli appassionati di spazio e mistero l’EXPO ha proposto un intervento del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze), presente anche con uno stand così come ESO (European Southern Observatory), l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo, con una media di due scoperte scientifiche al giorno compiute con i suoi telescopi posti in cima alle montagne delle Ande cilene. Chi era interessato alla fotografia digitale ha potuto seguire un vero e proprio mini corso sulla realizzazione di filmati time-lapse astronomici.
Dal pomeriggio di venerdì 26 al mattino di domenica 28 il Planetario di Lignan ha proposto un ricco programma di spettacoli: dalle proiezioni “A spasso per il cielo”, pensata apposta per i più piccoli (ma non per questo vietata... ai più grandi), e “Il cielo d’estate 2014”, aggiornate con nuovi contenuti, alla novità “La storia fra le stelle”, che ha debuttato allo Star Part e ha permesso di apprezzare le brillanti intuizioni degli astronomi antichi, che avevano compreso molto bene il cielo e i suoi fenomeni, nonostante potessero osservare solo a occhio nudo!
Anche l’edizione 2014 ha previsto le visite guidate in Osservatorio Astronomico da venerdì pomeriggio a sabato sera. In orario diurno è stato possibile osservare il Sole nel Laboratorio Eliofisico e incontrare i ricercatori dell’OAVdA che illustravano metodologia e strumentazione utilizzate nei progetti di ricerca scientifica, dal Telescopio Principale da 81 cm per gli asteroidi e i nuclei galattici attivi, alla schiera dei cinque telescopi da 40 cm della Terrazza Scientifica per i pianeti extrasolari. Alla sera, anche grazie a ottime condizioni meteo, è stato possibile ammirare gli astri del cielo di fine estate con i sette telescopi da 25 cm della Terrazza Didattica.
Si sono svolte anche molte altre attività: l’atteso concorso di Astrofotografia Digitale “Il cielo sopra Saint-Barthélemy”, il mercatino di prodotti enogastronomici valdostani, con prodotti che spaziano dal miele di alta montagna alle marmellate, dai formaggi degli alpeggi agli ortaggi della zona, in un gemellaggio ideale tra il gusto ritrovato dei prodotti naturali a chilometro zero e il gusto dell’osservazione di un cielo buio senza inquinamento luminoso.
Nella giornata di sabato 27 settembre grandi e piccini hanno potuto avvicinarsi e provare l’arrampicata sportiva, con la supervisione di una guida alpina, alla parete attrezzata della falesia di Lignan. Infine domenica 28 settembre la manifestazione si è conclusa con il tradizionale concerto della banda musicale “La Lyretta” di Nus e con la premiazione del concorso di astrofotografia.
Per dare maggiore visibilità all’evento è stato creato un apposito sito internet dedicato www.starparty.it.
L’iscrizione allo Star Party 2014 era gratuita, mentre per le proiezioni al Planetario, le visite guidate divulgative e le visite guidate scientifiche in Osservatorio Astronomico, l’ingresso all’EXPO occorreva acquistare un biglietto. L’evento è stato sponsorizzato dal consorzio BIM e dalla Banca UniCredit che ha offerto un migliaio di cordini “porta badge”.

 

EVENTI DIDATTICI

Guide didattiche


a) La Fondazione è stata coinvolta dalla Sissa Medialab di Trieste per essere inserita nella guida didattica per l’insegnante ”La scuola al museo” che verrà pubblicata da RCS Education con il volume “TestoObiettivoScienze” rivolto alle classi delle scuole medie inferiori. Questa guida, che avrà ampia diffusione, riguarderà un numero selezionato di luoghi della scienza aperti al pubblico.


b) La FCF sarà inserita anche nel libro di testo “VOI SIETE QUI”, che uscirà a marzo 2015 per Mondadori Education. Si tratta di una serie di schede sul patrimonio artistico e naturale per un libro di geografia destinato alla scuola secondaria di primo grado.

Da martedì 2 settembre 2014 è on line l'articolo sull’ESO Astronomy Camp su Science in School, la rivista di didattica delle scienze edita da EIROForum. Il link alla versione web è il seguente: http://www.science inschool.org/2014/issue30/ESOcamp L’articolo uscirà sulla rivista cartacea a fine novembre-inizio dicembre. Il pdf di questo articolo si trova al seguente link: http://www.scienceinschool.org/ repository/docs/issue30_ESOcamp.pdf

Dal 22 al 29 settembre i quattro studenti, membri della squadra italiana per le ottave Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO, http://www.ucm.es/ieso2014), in programma dal 22 al 29 settembre a Santander, in Spagna hanno vinto tre bronzi e un argento. La squadra era costituita dagli studenti Dario Sterzi del Liceo Scientifico “Messedaglia” di Verona, Tiziano Poropat del Liceo Scientifico “Oberdan” di Trieste, Lorenzo Basso dell’ISIS “Grigoletti” di Pordenone, vincitore dell'argento, infine Matteo Vajente del Liceo Scientifico “Tron” di Schio, Vicenza. Nel mese di luglio gli studenti sono stati preparati, per quanto riguarda la parte di astronomia della Scienze della Terra, dal ricercatore Andrea Bernagozzi, nell'ambito della sua attività per il II anno di dottorato di ricerca in “SCIENCE AND TECHNOLOGY: EARTH SCIENCES”, ciclo XXVIII, alla School of Advanced Studies dell'Università degli Studi di Camerino (MC).

 

STAGE PER TESI DI LAUREA


Dal 2 ottobre la signorina Silvia Monte, studentessa iscritta la 4° anno del corso di laurea in Fisica a Torino, ha iniziato uno stage per raccogliere dati per la sua tesi triennale. Poiché questa verte sulla fotometria dei NEO, Silvia affianca il ricercatore Dott. Albino Carbognani nel suo lavoro nell’ambito del progetto di ricerca sugli Asteroidi. Vedasi anche il penultimo paragrafo del punto "Eventi scientifici - (B) Progetto asteroidi"

 

ALTRI EVENTI

Lunedì 8 settembre si è svolto ad Aosta un incontro della sezione SAIt Piemonte - Valle d'Aosta cui hanno partecipato i ricercatori e il Direttore dell’OAVdA


Sabato 18 ottobre il Dott Albino Carbognani ha partecipato al workshop “La Montagna Sotto Sopra” organizzato a Fenis (AO), dal Comitato Scientifico Ligure Piemontese Valdostano del Club Alpino Italiano, con un talk dal titolo “Viaggio nella geologia dei pianeti rocciosi”. Il workshop, valido come corso di aggiornamento, si inserisce nelle manifestazioni della “Settimana del Pianeta Terra”, che si tiene ogni 2 anni ad ottobre in tutta Italia.

 

EVENTI ISTITUZIONALI

Giovedì 25 settembre terza riunione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Fillietroz per il 2014.

 

LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Lunedì 22 settembre si è svolto il collaudo dell’impianto di irrigazione, installato a fine maggio, nell'ambito dei lavori di manutenzione straordinaria previsti dallo del cosiddetto “Stralcio C”, riguardante il completamento della sistemazione delle aree esterne di proprietà regionale.

 

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it