:: news letter .. novembre - dicembre 2006

@ Star Party (22-24 settembre 2006)

Nonostante condizioni meteorologiche non ottimali, la quindicesima edizione dello Star Party di Saint-Barthélemy si è svolta secondo programma e con un notevole afflusso di pubblico (oltre 400 iscritti), il che testimonia da una parte l'affetto che lega i partecipanti a questa manifestazione, ormai entrata nella tradizione, e dall'altra l'apprezzamento per gli eventi proposti e per l'organizzazione.

Quest'anno il programma comprendeva conferenze di astronomia, tenute da esperti in campo scientifico e da personalità del mondo accademico, sessioni di osservazione del Sole e del cielo notturno presso l'Osservatorio, nonché lezioni presso il planetario itinerante Star Lab. Ma Il cuore della manifestazione è stata la piazzetta di Lignan (Saint-Barthélemy), dove gli astrofili hanno potuto montare liberamente i loro telescopi, e dove nella serata di venerdì si sono fatte osservazioni del cielo in condizioni di buio totale e dove, di giorno, si sono svolte numerose attività collegate all'evento  (presentazione delle novità del settore, scambio di apparecchiature astronomiche, esposizione e vendita al pubblico di prodotti gastronomici locali - fra cui formaggio d'alpeggio, miele, grappe e frutti di bosco da coltivazione biologica – ed infine esposizione e vendita di sculture di artisti della scuola di intaglio e scultura di Nus).

Altro momento importante della manifestazione è stata l'inaugurazione della meridiana mo numentale, installata presso l'Osservatorio e realizzata dall'artista valdostano Dorino Ouvrier. All'evento hanno presenziato l'Assessore regionale ai Lavori Pubblici, il Sindaco di Nus e il Sindaco di Lanslebourg (località della Francia coinvolta con il Comune di Nus nel progetto Interreg che ontribuisce a finanziare la costruzione di un planetario a Saint-Barthélemy), oltre naturalmente a tutto lo staff dell'Osservatorio.

L'esecuzione di alcuni brani da parte della banda musicale La Lyretta di Nus e la consueta estrazione a premi hanno chiuso simpaticamente la manifestazione dando a tutti appuntamento per il 6-7-8 settembre prossimi.

 

@ Attività di ricerca

·      PROGETTO DI RICERCA SULLA CORONA SOLARE - Questo progetto riguarda lo studio della corona solare. Dopo la raccolta dei dati, avvenuta durante l'eclisse del 29 marzo in Libia, l'Osservatorio sta ora partecipando alla fase di analisi delle informazioni raccolte. I primi risultati di questo studio verranno inviati entro la fine dell'anno per la pubblicazione sulla rivista International Astrophysics Journal.

La seconda fase del progetto, prevede di fare misure analoghe da un satellite che verrà lanciato nello spazio dall'ASI (Agenzia Spaziale Italiana) in collaborazione con la NASA, utilizzando un coronografo cioè un particolare telescopio in grado di ottenere eclissi artificiali. Questo progetto  fa parte di un più ampio piano di ricerca che il dipartimento di Astrofisica Solare di Pino Torinese sta portando avanti già da alcuni anni in collaborazione con l'agenzia spaziale NASA.

Come già fatto per il polarimetro usato in Libia, l'OAVDA parteciperà al collaudo e alla taratura di un prototipo di coronografo spaziale che sarà assemblato dall'agenzia Alenia di Torino. L'idea è quella di ottimizzare un nuovo laboratorio in OAVDA che dovrebbe ospitare la strumentazione.

I dischi occultatori, cioè la parte dello strumento che occulta il sole determinando eclissi artificiali, verrebbero tarati utilizzando le potenzialità del nostro laboratorio solare.

La terza fase del progetto ci dovrebbe portare nel 2008 a fare altre misure sulla corona solare durante l'eclisse totale in Mongolia.

·      PROGETTO DI RICERCA SUGLI ASTEROIDI: Dalla seconda metà di giugno fino a metà settembre l'OAVDA ha ospitato un progetto di ricerca, nato dalla collaborazione con l'OATo e con l'Università di Parma, per lo studio e il monitoraggio degli asteroidi che gravitano attorno al Sole.

Durante le osservazioni sono state ottenute tre curve di luce relative a 3 diversi asteroidi: due della Fascia Principale (1456 Saldanha e 2294 Andronikov) ed un Near-Earth Asteroid (NEO), 2006 NM.

Con i dati ottenuti è stato scritto un articolo scientifico firmato dai due ricercatori che hanno seguito il progett o: il dott. Albino Carbognani dell'Università di Parma e il dott. Paolo Calcidese dell'OAVDA.

L'articolo è stato accettato dal Minor Planet Center e la pubblicazione è uscita sul Minor Planet Bulletin del mese di gennaio 2007, a pag. 5/6 del numero 34. L'articolo "Lightcurve and rotational period of Asteroid 1456 Saldhana, 2294 Andronikov and 2006 NM" è scaricabile al seguente indirizzo : http://www.minorplanetobserver.com/mpb/MPB%2034-1.pdf.

Sono state eseguite anche diverse osservazioni astrometriche di NEO, inviate al Minor Planet Center (MPC) e pubblicate sulle loro circolari. Grazie a questo lavoro l'Osservatorio di Saint-Barthélemy è entrato ufficialmente nel gruppo degli osservatori che monitorano i corpi minori e i dati figurano sul sito ufficiale del MPC alla pagina http://cfa-www.harvard.edu/iau/lists/ObsCodes.html , il codice ottenuto dall'OAVDA è B04.

·      PROGETTO DI RICERCA SUI BLAZAR: A breve, dopo un incontro con il gruppo di ricerca di Pino Torinese, che si occupa dello studio degli AGN (Nuclei Galattici Attivi), verrà testata la nostra strumentazione (il telescopio principale e strumentazione ausiliaria) per valutare la possibilità di portare avanti in collaborazione con l'Osservatorio di Torino uno studio di fotometria di Blazar nella banda del visibile. I Blazar sono oggetti molto particolari: si suppone che possano essere galassie che ospitano nel loro nucleo un buco nero super massivo. Nel mese di dicembre il satellite XMM monitorerà nuovi oggetti dallo spazio, sarà poi necessario con i telescopi da terra individuarne le controparti ottiche. Il telescopio principale dell'OAVDA potrà essere coinvolto in questa campagna osservativa e rientrerebbe a far parte del progetto di ricerca mondiale “Whole Earth Blazar Telescope (WEBT)”.

Il primo target, cioè il Blazar 3C 454.3, verrà monitorato a partire dalla seconda metà di novembre 2006.

I dati raccolti verranno proposti per la pubblicazione sulla rivista del settore Astronomy & Astrophysics.

·      PROGETTO DI STUDIO DEL DECADIMENTO DEL NEUTRINO TAU: il progetto, proposto dal professor Fargion dell'Universita' di Roma e dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e' sempre in agenda, nel senso che continuiamo a provvedere le informazioni che mano a mano ci vengono richieste.

 

@    Personalità in visita all'Oavda:

·     Sono continuate, nel corso del mese di ottobre, le visite di scienziati ed accademici dell'INAF per valutare nuove possibili forme di collaborazione nel campo della ricerca scientifica, in particolare citiamo la visita di un gruppo di ricercatori dell'Osservatorio di Pino Torinese.

·     Nei giorni 29 e 30 di ottobre hanno visitato l'Osservatorio, suddivisi in due gruppi, alcuni Consiglieri Regionali. Durante queste serate, il Direttore ha fatto il punto sulle attività (divulgazione, didattica e ricerca scientifica) che si stanno svolgendo in Osservatorio, ha presentato le apparecchiature di osservazione e, grazie a condizioni meteorologiche favorevoli, la serata è proseguita con l'osservazione del cielo.

 

@ La didattica :

E' iniziato il nuovo anno scolastico e l'OAVDA ha pubblicato sul sito e diffuso alle scuole un ricco pacchetto di proposte per uscite didattiche all'Osservatorio. Queste proposte prevedono sia sessioni di osservazione (diurne) del Sole e notturne (della volta celeste), sia laboratori e/o lezioni / conferenze di argomento astronomico (vedasi la sezione del sito dedicata alla DIDATTICA).

Per quanto riguarda la Regione Valle d'Aosta, è stato per la prima volta messo a punto ed approvato un programma di attività che utilizza il personale dell'Osservatorio e l'Osservatorio stesso per lo sviluppo delle conoscenze scientifiche nelle scuole valdostane, rivolto sia agli insegnanti che agli studenti, in collaborazione con la Sovraintendenza.

Per quanto riguarda le proposte rivolte alle regioni limitrofe, si sta lavorando per estendere l'iniziativa denominata “L a Scienza dal Vivo”, che attualmente si svolge in collaborazione con l'INAF-Osservatorio Astronomico di Brera, anche alle scuole della provincia di Torino, con il coinvolgimento degli scienziati dell'OATo per quanto riguarda le conferenze in classe.

 

@   I corsi :

·      CORSO DI ASTRONOMIA GENERALE: Si sta svolgendo, con 28 iscritti, il secondo corso, previsto per il 2006, di iniziazione all'astronomia, organizzato dall'Osservatorio. Come nell'edizione primaverile, il corso è articolato in 9 lezioni, con sessioni teoriche e pratiche, a cadenza settimanale. Il costo del corso è di 70 euro e comprende la fornitura del materiale didattico. Il corso prevede la possibilità di partecipare a singole lezioni al costo di 10 euro.

·      SCUOLA ESTIVA (23-27 luglio 2007): E' stata fissata la data per la prossima edizione (la quarta) della Summer School on Teaching of Astronomy organizzata in collaborazione con l'UAI e l'anno prossimo dedicata alla Luna. La scuola è espressamente pensata e dedicata agli insegnanti: con il suo osservatorio, le strutture, il posto e la qualità dei relatori è veramente una occasione rara da non perdere, un'occasione per unire vacanza e aggiornamento professionale.

·       CORSO DI ASTROFOTOGRAFIA (17 e 18 novembre 2006): ATTENZIONE Il corso previsto è stato annullato a causa di condizioni meteorologiche sfavorevoli alle riprese fotografiche.

 

 @ Altre iniziative :

·      SERATA DEDICATA AGLI ALBERGATORI VALDOSTANI (4 dicembre 2006): In occasione dell'apertura della stagione turistica invernale, l'Osservatorio Astronomico di Saint-Barthélemy ha organizzato una serata speciale riservata agli albergatori valdostani per presentare loro la struttura, illustrare le attività che vi si svolgono, le modalità di visita e, condizioni meteo permettendo, per offrire loro una serata di osservazione del cielo.

·      LA GIORNATA SUGLI ASTEROIDI (15 dicembre 2006): E stata organizzata, in collaborazione con l'Assessorato dell'Istruzione e Cultura e con la Sovrintendenza agli Studi della Regione una giornata dedicata agli asteroidi. Locandina

L'evento si svolgerà presso la Biblioteca Regionale e si articolerà in due fasi: al mattino dalle ore 10 è prevista una conferenza, tenuta dal dott. Albino Carbognani (OATo-OAVDA) riservata agli studenti delle scuole superiori dal titolo “ Asteroidi, i nuovi mondi del Sistema Solare ”. Introdurrà la conferenza la prof.ssa Patrizia Bongiovanni , Sovraintendente agli Studi. Alla sera, dalle ore 21, vi sarà una conferenza aperta al pubblico, tenuta dal prof. Mario Di Martino (OATo-INAF), dal titolo “Gli asteroidi sono davvero pericolosi ? ”, con l'introduzione del dott. Laurent Viérin – Assessore Istruzione e Cultura. Moderatore di entrambe le conferenze sarà il prof. Enzo Bertolini , direttore dell'OAVDA.

 

·      LE CONFERENZE DI NATALE :

Come ogni anno, anche per le prossime feste di Natale l'Osservatorio offrirà una scelta di conferenze, che si terranno presso la Sala Convegni, situata nel piano seminterrato dell'Ostello di Lignan. Le partecipazione alle conferenze è gratuita e non richiede prenotazione. L'inizio è previsto per le ore 21,30. Locandina

- Mercoledì 27 dicembre 2006

Relatore dott. Albino Carbognani (Osservatorio Astronomico di Torino - OAVDA)

Titolo " Asteroidi, i nuovi mondi del Sistema Solare "

- Venerdì 29 dicembre 2006

Relatore dott. Paolo Calcidese (Responsabile della Ricerca scientifica dell'OAVDA)

Titolo " Dalla singolarità iniziale all'espansione accelerata. Breve storia dell'universo "

- Venerdì 5 gennaio 2007

Relatore dott. Andrea Bernagozzi (Responsabile della Divulgazione dell'OAVDA)

Titolo " L'equazione degli alieni. Cosa dice la scienza sulla possibilità di vita extraterrestre?"

 

·      COLLABORAZIONE CON BARD, MOSTRA "IN CIMA ALLE STELLE" : Prosegue l'attività di consulenza fornita dall'Osservatorio all'Associazione Forte di Bard per l'organizzazione di una mostra presso il Forte, dedicata al rapporto tra l'astronomia e vari ambiti della cultura. La mostra proporrà un viaggio attraverso diverse forme di conoscenza, dall'archeologia all'arte, anche contemporanea, cercando di comunicare la consapevolezza dell'unità del sapere. Gli allestimenti creeranno un ambiente evocativo ed affascinante, che possa invogliare il visitatore attento e sensibile ad approfondire in maniera personale alcuni tra gli spunti forniti.

Si prevede che la mostra sarà aperta al pubblico dalla fine di marzo 2007 fino ai primi di settembre dello stesso anno.

 

·      REVISIONE LEGGE: Proseguono i lavori sulla revisione della legge che ha istituito la Fondazione Clément Fillietroz, che gestisce l'Osservatorio.

 

·      PLANETARIO: Proseguono i lavori di costruzione del planetario di Saint-Barthélemy (in località Lignan accanto all'Ostello). Si sono conclusi i lavori della commissione incaricata di definire le caratteristiche della strumentazione che sarà collocata nella struttura.

 

@ Varie :

·      NUOVO PORTELLONE PER LA CUPOLA DEL TELESCOPIO PRINCIPALE: è stato installato recentemente un nuovo portellone sulla cupola del telescopio principale. L'intervento, che si inserisce nel quadro degli iterventi di manutenzione straordinaria approvati dalla Giunta Regionale nel maggio 2005, si era reso urgente per la rottura degli ingranaggi dello stesso avvenuta nel corso dell'estate 2006. Da allora sono state adottate soluzioni temporanee per proteggere il telescopio principale e al contempo per consentire di continuare i lavori avviati.

Grazie alla sollecitudine dell'Assessorato ai Lavori Pubblici e all'interessamento dell'Assessore Albert Cerise, è stato possibile risolvere il problema in tempo utile ad evitare qualsiasi compromissione delle attrezzature e dell'attività di ricerca scientifica.

Il nuovo portellone, che da un punto di vista estetico modifica leggermente il profilo della cupola, ha consentito di riprendere, in maniera più agevole i lavori sullo studio degli asteroidi e sui blazar.

·      LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA: il menzionato piano di interventi di manutenzione straordinaria prevede la ristrutturazione di alcune parti dell'Osservatorio ed è stato affidato alla ditta Soltec. Sono previsti lavori per risolvere le problematiche relative ai movimenti e all'impermeabilità delle cupole, per ripristinare la pavimentazione delle terrazze, per modificare l'impianto termico e l'impianto elettrico e per l'ampliamento dell'area verde esterna all'Osservatorio.

italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it