.. cos'è
.. dov'è
.. come arrivare
.. meteo
.. webcam
.. multimedia
.. Fondazione C. Fillietroz
.. organi statutari








:: l'osservatorio .. Fondazione Clément Fillietroz

Perché un osservatorio astronomico a Saint-Barthélemy?

Il Comitato Promotore, costituitosi nel 1989 e composto da un rappresentante del Consiglio Comunale di Nus, da operatori economici, da persone del luogo appassionate di astronomia e da membri dell'Associazione Valdostana Scienze Astronomiche (nove persone in tutto), ha sostenuto fin dalla sua costituzione la tesi dell’opportunità di costruire un Osservatorio Astronomico a Saint-Barthélemy (con annesso Planetario) per le caratteristiche meteorologiche e climatologiche del luogo.

Già nel 1957 era stata istituita a Saint-Barthélemy, sotto gli auspici dell'Ufficio Centrale di Meteorologia e di Ecologia Agraria di Roma, una stazione termo-pluviometrica poi assunta a funzioni di Osservatorio Meteorologico, il cui appassionato conduttore fu, sino al 1981, anno della sua morte, l'albergatore Clément Fillietroz.

Il Sig Fillietroz per un quarto di secolo, con frequenza giornaliera, osservò e rilevò tutti i dati richiesti, inviandoli poi mensilmente all'Ufficio Centrale di Roma, tramite una stazione ricetrasmittente appositamente installata sul luogo dall'Aereonautica Militare, particolarmente interessata alle osservazioni registrate.

Il Sig Fillietroz effettuò anche studi e ricerche per il Magistrato del Po e per il Comitato Glaciologico Italiano tanto da essere considerato negli ambienti scientifici: "Personne d'une attention scrupuleuse, d'une expérience notable dans le domaine des observations et connaissant parfaitement la Région".

Nel dicembre del '69 il prof. Mario G. Fracastoro dell'Osservatorio di Pino Torinese scriveva: "Alcuni mesi fa abbiamo ricevuto una relazione preleminare (Commissione O.A.N.: rapporto del Prof. O. Bendinelli dell'Osservatorio Astronomico dell'Università di Bologna sulle condizioni metereologiche della penisola italiana) in vista della scelta di una sede per l'erigendo Osservatorio Astronomico Nazionale. Da tale relazione risultava in luce particolarmente favorevole la località di Saint-Barthélemy in Valle D'Aosta […]" e più avanti nel documento "Il Sig. Fillietroz ci ha cortesemente fornito i dati climatologici […] abbiamo preso ciò che ci sembrava d'interesse più immediato ai nostri fini, e cioè: il numero mensile di giorni sereni […] risultano in media ben 2150 ore di sole all'anno: un valore straordinariamente alto il numero medio di giorni sereni all'anno risulta per es. 133 a Siracusa e ben 198 a favore di Saint-Barthélemy […] un vantaggio medio del 24% in più rispetto a Pino Torinese."

>>> pagina successiva
italiano français english :: home :: mail . info@oavda.it